10 punti chiave quando utilizziamo pigmenti industriali

Sommario

Cosa sono i pigmenti industriali?

I pigmenti industriali sono per prodotti industriali. Oltre ai colori visibili nella produzione industriale, vengono utilizzati per la marcatura dei prodotti, il rivestimento anticorrosivo, rivestimento del veicolo, ecc. Tipicamente, i pigmenti colorati industriali vengono prodotti mescolando agenti complessanti, solventi e vernici. Sono pigmenti organici o inorganici, con buona solidità alla luce e manutenibilità. I pigmenti colorati industriali vengono applicati anche nella produzione, nella stampa e nel rivestimento farmaceutici.

cosa sono i pigmenti industriali

Quali sono le tipologie di coloranti industriali?

I. Coloranti organici

I coloranti organici sono realizzati con materiali sintetici organici. Sono caratterizzati da colori brillanti, elevata brillantezza ed elevata affidabilità di tintura. Non tendono a sbiadire in presenza di luce. I coloranti organici hanno solitamente un'elevata idrofilicità e disperdibilità. Possono essere ben disciolti in acqua o altri solventi. Sono uno dei principali tipi di coloranti industriali.

II. Coloranti inorganici

I coloranti inorganici sono costituiti da composti inorganici o minerali disciolti. Hanno colori chiari, ma un'elevata stabilità del colore. Non sono facili da decomporre. Inoltre, non sono facili da affrontare in acidi o alcali. Pertanto, i coloranti inorganici vengono applicati nei tessuti, nella plastica, ecc.

III. Coloranti fluorescenti

Questi coloranti sono fluorescenti se irradiati con luce UV. Sono caratterizzati da colori brillanti, elevata luminosità e buone proprietà di etichettatura. Sono ampiamente applicati in medicina, biologia, scienza dei materiali e altri campi.

IV. Coloranti naturali

I coloranti naturali vengono estratti da piante, animali o minerali naturali. Sono composti principalmente da composti organici naturali e composti inorganici. Hanno colori stabili. Alcuni coloranti naturali hanno effetti medici e sulla salute. Pertanto, sono anche uno dei principali tipi di coloranti industriali.

In generale esistono molti tipi di coloranti industriali. Coloranti diversi sono applicabili a materiali e scenari diversi. Lo sviluppo e l’utilizzo di coloranti industriali idonei hanno effetti positivi sulla qualità del prodotto, sul risparmio energetico, sulla riduzione dei consumi, ecc.

In che modo i pigmenti colorati industriali differiscono dai pigmenti normali?

I. Scopi

I pigmenti colorati industriali vengono applicati principalmente in macchinari, elettrodomestici, automobili, navi, costruzioni, ecc. Proteggono principalmente la superficie degli oggetti rivestiti dalla corrosione ambientale, dall'usura, dalla corrosione chimica, ecc. I pigmenti regolari vengono applicati principalmente negli elettrodomestici e nelle decorazioni, come mobili, porte e finestre.

II. Proprietà

1. Aspetto

I pigmenti colorati industriali servono principalmente per la protezione degli oggetti, quindi le superfici sono generalmente rigide, lisce e delicate. I pigmenti regolari sono per colori ricchi, vari motivi e forme delicate.

2. Adesione

I pigmenti colorati industriali vengono spesso applicati su attrezzature per superfici ad alta resistenza. Possono proteggere le superfici dall'usura, dal calore, dalla corrosione chimica, ecc. I pigmenti colorati industriali hanno un'elevata resistenza alla segregazione. I pigmenti normali hanno una bassa adesione. Devono solo soddisfare i requisiti di decorazione.

3. Durezza

Gli oggetti da trattare con pigmenti industriali vengono solitamente utilizzati in condizioni difficili. Hanno elevati requisiti di durezza e resistenza all'usura. Pertanto, vengono spesso utilizzati pigmenti colorati industriali con elevata durezza e rigidità. I pigmenti regolari servono per effetti estetici sulla premessa di un'operabilità moderata.

4. Resistenza alla corrosione

I pigmenti industriali solitamente hanno un’eccellente resistenza alla corrosione. Possono proteggere efficacemente gli oggetti rivestiti dai danni causati dalla corrosione chimica, acida o alcalina, ecc. Invece, i pigmenti normali sono generalmente destinati alla resistenza agli agenti atmosferici e agli effetti estetici.

Quali sono le tipologie più comuni di colore industriale pigmenti?

1. Pigmenti organici

I pigmenti organici si riferiscono ai pigmenti disciolti o dispersi in sostanze organiche. Presentano i vantaggi di una buona resa cromatica, trasparenza, stabilità e solidità alla luce. Sono spesso applicati in rivestimenti, plastica, gomma, inchiostri da stampa, cosmetici, imballaggi alimentari, ecc.

2. Pigmenti inorganici

I pigmenti inorganici sono sostanze chimiche composte da elementi metallici o non metallici, solitamente sotto forma di polvere. Sono applicabili ai materiali da costruzione (ad esempio ceramica, vetro e mattoni), alla stampa, al rivestimento, alla carta, ecc.

3. Disperdere i pigmenti

I coloranti dispersi sono solubili in acqua. Sono applicabili a tessile, prodotti in pelle, batterie, ecc.

Quali tipi di pigmenti industriali esistono?

Come vengono prodotti i pigmenti industriali?

I. Selezione dei materiali

La selezione del materiale è il primo passo nella produzione dei pigmenti. Le materie prime di alta qualità possono garantire la qualità stabile dei pigmenti. Le materie prime adatte devono essere selezionate in base allo scopo, al colore, alla trasparenza, ecc. Le materie prime comuni per i pigmenti includono polvere di pigmenti, iuta, nerofumo, biossido di titanio e così via.

II. Rettifica

La macinazione è indispensabile nella produzione dei pigmenti. Dopo la macinazione e la miscelazione, le materie prime vengono macinate in un macinino. Lo scopo della macinazione è quello di rendere le particelle il più possibile piccole ed uniformi, in modo che i pigmenti possano essere ben dispersi. Il tempo di macinazione deve essere regolato in base alle condizioni specifiche.

III. Dispersione

La dispersione è un processo critico nella produzione dei pigmenti e un fattore importante che ne influenza la qualità. Dopo la macinazione, il pigmento viene inserito in una macchina disperdente e viene aggiunto l'agente disperdente per la dispersione, in modo che il pigmento sia più fine e uniforme. In base allo scopo e ai requisiti dei pigmenti, il tipo e il dosaggio dell'agente disperdente devono essere adattati per garantire gli effetti di dispersione.

IV. Filtrazione

Dopo la dispersione, il pigmento può contenere alcune particelle residue che non sono completamente macinate, quindi è necessaria la filtrazione. La filtrazione può garantire la pulizia e la stabilità dei pigmenti. Un filtro dovrebbe essere selezionato ragionevolmente in base alla viscosità e alla dimensione delle particelle del pigmento.

V. Essiccazione

Il pigmento prodotto deve essere essiccato per la polimerizzazione. I metodi di essiccazione comuni includono l'essiccazione naturale, l'essiccazione all'aria, la cottura al forno, ecc. In base al tipo di pigmento e ai requisiti del processo, il tempo e la temperatura di asciugatura devono essere regolati per garantire l'essiccazione dei pigmenti.

Come vengono prodotti i pigmenti industriali?

Quali precauzioni dovrebbero essere prese quando si producono pigmenti industriali?

Precauzioni

1. Non utilizzare materie prime di bassa qualità per evitare un impatto negativo sulla qualità del prodotto.

2. Seguire rigorosamente il processo di produzione. Non apportare modifiche né ridurre alcun processo.

3. Controllare rigorosamente l'ambiente di produzione e mantenere pulite le apparecchiature di produzione.

4. Garantire la qualità degli agenti disperdenti. Non utilizzare agenti disperdenti di qualità inferiore, in modo che i pigmenti siano ben dispersi.

5. Controllare rigorosamente la quantità di pigmento utilizzato per evitare sprechi.

In breve, il prodotto pigmentato prevede più passaggi. Seguire rigorosamente il processo operativo e le precauzioni per produrre pigmenti migliori e più stabili.

Come produrre pigmenti industriali nel rispetto dell'ambiente?

I. Ridurre lo scarico delle acque reflue

Lo scarico delle acque reflue è inevitabile durante produzione di pigmenti chimici. Al fine di prevenire l’inquinamento ambientale causato dalle acque reflue, dovrebbero essere adottate misure per ridurre lo scarico delle acque reflue. Le misure specifiche includono: aumentare l’efficienza produttiva per ridurre le acque reflue; effettuare il pretrattamento per ridurre il contenuto di sostanze nocive; e l'introduzione di nuove tecnologie di trattamento per migliorare l'efficienza del trattamento delle acque reflue, ecc.

II. Utilizzo di materiali ecologici

L'uso di materiali rispettosi dell'ambiente è molto importante durante la produzione di pigmenti chimici. I materiali ecocompatibili si riferiscono ai materiali che non inquinano e favoriscono il riciclaggio. L'uso di materiali rispettosi dell'ambiente può ridurre le emissioni di rifiuti e l'inquinamento ambientale. Ad esempio, possiamo utilizzare materiali degradabili invece di imballaggi in plastica, oppure utilizzare ausiliari più rispettosi dell’ambiente.

III. Utilizzo di energia rinnovabile

È necessaria molta energia durante la produzione dei pigmenti chimici. L’uso delle energie rinnovabili è un’importante misura di protezione ambientale. L'energia rinnovabile si riferisce all'energia che può essere riciclata, come l'energia solare, l'energia eolica, l'energia idrica e così via.

IV. Pieno utilizzo delle risorse

Durante la produzione dei pigmenti chimici sono necessarie molte risorse, come acqua, elettricità e carbone. Per proteggere l’ambiente è necessario sfruttare al massimo le risorse e ridurre gli sprechi. Ad esempio, possiamo riciclare l’acqua e aumentare l’efficienza energetica delle apparecchiature durante la produzione.

Quanto sono ecologici i pigmenti industriali?

Quali sono le principali applicazioni dei pigmenti industriali?

1. Rivestimenti e vernici

Rivestimenti e vernici sono le principali applicazioni dei pigmenti industriali. I pigmenti industriali di diversi colori possono essere applicati nei campi dei rivestimenti interni, dei rivestimenti per pareti esterne, dei rivestimenti industriali, ecc. Oltre alla finitura, i pigmenti chimici hanno effetti di isolamento termico, anticorrosivo, impermeabilizzante, ecc.

2. Plastica e gomma

I pigmenti industriali possono migliorare, regolare e stabilizzare i colori della plastica e della gomma. Utilizzando pigmenti chimici di diversi colori, i prodotti in plastica e gomma sono più durevoli ed eleganti.

3. Carta e inchiostro da stampa

I pigmenti industriali sono ampiamente applicati nella carta e negli inchiostri da stampa. Ad esempio, i pigmenti industriali giallo, rosso, blu, nero e altri colori possono essere utilizzati nella stampa di poster, riviste e così via.

4. Imballaggio alimentare

I pigmenti industriali possono essere utilizzati nel campo del confezionamento alimentare. Per caramelle, cioccolato e altri alimenti con uno sfondo colorato, i pigmenti industriali di diversi colori sono più attraenti.

I pigmenti industriali sono ampiamente applicati per il miglioramento del colore, la regolazione del colore, l'estetica e gli effetti personalizzati in diversi campi. Sebbene i pigmenti chimici abbiano colori ricchi e applicazioni estese, dovremmo prestare attenzione al dosaggio e al rapporto per evitare danni inutili al corpo umano e all'ambiente. 

Come si garantisce la consistenza del colore nei pigmenti industriali?

Illuminazione controllata

Le scatole luminose con controller del colore possono essere utilizzate per valutare visivamente l'influenza di diverse luci sulla percezione del colore. Sono inoltre utili per garantire la coerenza dopo l'assemblaggio dei componenti. Molti produttori utilizzano addirittura scatole luminose con controller del colore per valutare le materie prime ricevute dai fornitori. Dopotutto, è molto più conveniente identificare i problemi di colore prima della produzione.

Apparecchiature per la misurazione del colore

Sebbene le scatole luminose del controller del colore siano importanti in qualsiasi piano di controllo del colore, presentano anche delle limitazioni. Se il personale addetto al controllo qualità soffre di debolezza del colore, le scatole luminose del controller colore non possono essere utilizzate completamente per prendere decisioni ragionevoli sul colore.

Colorimetro

Un colorimetro è un dispositivo a tre canali in grado di “vedere” i colori come gli occhi umani. Non può fornire dati adeguati in alcuni settori. Potrebbe non riuscire a identificare le discrepanze cromatiche critiche in alcuni settori.

spettrofotometro

Uno spettrofotometro può catturare e valutare i colori. Ma filtra la luce in una banda molto stretta. Quindi la luce viene trasmessa attraverso l'obiettivo e ricevuta e analizzata da un ricevitore. Leggere le risposte dei campioni all'interno dello spettro visibile tramite uno spettrofotometro è una soluzione accurata per ottenere dati cromatici per la definizione del colore, la corrispondenza dei colori, l'ispezione e il controllo di qualità.

Come vengono testati la qualità e le prestazioni dei pigmenti industriali?

Proprietà fisiche:

1. Densità: viene testata mediante un picnometro ad aria a 20 ℃, in g/cm3.

2. Volume sfuso (l/kg): ovvero lo spazio per unità di peso del pigmento. Il volume complessivo dei pigmenti è influenzato dalle condizioni di trasporto e conservazione. È testato secondo la norma ISOR787/11 1981.

Prestazioni dell'applicazione:

1. Profondità colore/potere colorante: la quantità di biossido di titanio è fissa per 100 porzioni di miscela. Quando il colore del pigmento raggiunge 1/3 della profondità dello standard internazionale (ISD, testato secondo lo standard industriale tedesco DIN53.235) aggiungendo pigmento scuro, la percentuale del pigmento aggiunto indica il potere colorante.

2. Solidità alla luce: è testato mediante esposizione alla lampada allo xeno secondo lo standard ISO105B02. I cambiamenti di colore vengono valutati con una scala di lana blu. Il livello 8 è il livello più alto, mentre il livello 1 è il livello più basso.

3. Resistenza alla migrazione: testato secondo lo standard industriale tedesco DIN53.775. Il foglio colorato in prova e il foglio in PVC morbido contenente il 5% di biossido di titanio vengono mantenuti a 80 ℃ per 24 ore sotto la pressione di 1 kg/cm2. La contaminazione del foglio bianco viene valutata con un chip grigio Ciba. Il livello 5 indica nessuna migrazione.

4. Stabilità termica: tra i fogli in PVC morbido, cuocere un foglio arrotolato a 180 ℃ per 30 minuti in un forno e confrontarlo con un foglio non cotto. I cambiamenti di colore vengono valutati con una carta grigia ISO105A02 (livelli 1-5). Il livello 5 è il livello più alto, mentre il livello 1 è il livello più basso.

Quali sono le sfide nel lavorare con pigmenti industriali ad alte prestazioni?

1) Concorrenza nel settore dei pigmenti ad alte prestazioni. Le possibili cause dell’aumento della concorrenza nel settore sono le seguenti:

(1) Il settore sta crescendo lentamente e comporta una forte concorrenza per le quote di mercato. (2) Il settore coinvolge molti concorrenti con una forza più o meno equivalente. (3) I prodotti o servizi offerti dai concorrenti sono simili tra loro o presentano poche differenze evidenti. (4) Alcune imprese espandono la scala di produzione per beneficiare dell’economia di scala, portando a squilibri di mercato e prodotti in eccedenza. In questo caso, le imprese ricorrono alla riduzione dei prezzi in concorrenza.

2) Potere contrattuale dei clienti nel settore dei pigmenti ad alte prestazioni. I clienti del settore possono essere consumatori, utenti o acquirenti di prodotti. Il potere contrattuale dei clienti si riferisce alla capacità di persuadere i venditori a ridurre i prezzi, migliorare la qualità dei prodotti o fornire servizi migliori.

3) Potere contrattuale dei fornitori nel settore dei pigmenti ad alte prestazioni. Si riferisce alla capacità dei fornitori di far sì che gli acquirenti accettino prezzi più alti, pagamenti anticipati o metodi di pagamento più affidabili.

4) Minacce poste da potenziali concorrenti nel settore dei pigmenti ad alte prestazioni. I potenziali concorrenti si riferiscono alle imprese che potrebbero essere impegnate in concorrenza in questo settore. Porteranno nuova capacità produttiva e distribuiranno le risorse esistenti e le quote di mercato. Ciò porterà a costi di produzione più elevati, a una concorrenza di mercato più intensa, a prezzi dei prodotti più bassi e a minori profitti in questo settore.

I NOSTRI PRODOTTI PIGMENTATI

Pigmenti che cambiano colore

Polveri di pigmenti camaleonti

Polveri di pigmenti termocromici

Polveri di pigmenti perlati

Polveri di pigmenti di mica

Polvere UV

Bagliore nella polvere oscura

Scritto da --
Jeff.chen
Jeff.chen

Jeff si è laureato presso l'Università di Tecnologia di Hubei con una specializzazione in scienza e ingegneria dei materiali. Ha una ricca conoscenza dei materiali. Dopo la laurea, ha lavorato sui pigmenti in polvere che cambiano colore. Ha una vasta esperienza nella ricerca, nello sviluppo e nella produzione di toner ed è uno scrittore eccellente.

Condividi questo post

Scorrere fino a Top