Applicazioni dei pigmenti perlati: la guida definitiva

Sommario

Il pigmento perlato è un pigmento perlescente ad effetto ottico avanzato che cambia colore attraverso molteplici rifrazioni e interferenze di luce nello strato di rivestimento del prodotto, rivelando colori graduali e fluenti. Quando si tratta del pigmento camaleonte, può anche essere chiamato pigmento che cambia colore angolare. La prima reazione è il tipo di pigmento che cambia colore spruzzato sulla superficie dell'auto. In effetti, il pigmento camaleonte non viene utilizzato solo nella verniciatura automobilistica, questo tipo di pigmento ha una gamma molto ampia di usi. Oggi daremo un'occhiata a come può essere utilizzato il pigmento camaleonte e in quali settori?

Pigmenti perlati nelle applicazioni in pelle

La polvere perlescente ha un effetto significativo sui pigmenti perlescenti della pelle. Essendo atossico e inodore, può resistere alle alte temperature e ha una forte inerzia chimica. È ampiamente utilizzato nelle vernici naturali per la stampa e il rivestimento superficiale della pelle artificiale per rendere più ricchi i colori precedentemente monotoni. Possiamo anche aggiungere pigmenti perlati alle resine trasparenti per produrre direttamente la pelle perlescente, se necessario.

Pigmenti perlati camaleonti nei rivestimenti automobilistici

Usiamo polvere di perle di camaleonte nei rivestimenti automobilistici. I pigmenti perlescenti Chameleon hanno proprietà fisiche stabili e buona disperdibilità, che sono quasi applicabili a tutti i rivestimenti. Come nella comune produzione dei rivestimenti, possiamo ottenere rivestimenti perlescenti aggiungendo un'opportuna quantità di pigmento alle matrici trasparenti dei vari rivestimenti. Sono principalmente adatti per i rivestimenti di automobili, motociclette, biciclette e altri prodotti. I pigmenti perlati sono adatti per rivestimenti a base acqua grazie alla loro buona resistenza agli acidi e agli alcali. Sono resistenti ai solfuri e potrebbero non cambiare colore in presenza di solfuri. Inoltre, data la caratteristica di non conduttività, i pigmenti sono i più adatti per la lavorazione del rivestimento elettrostatico.

Pigmenti perlati camaleonti nei rivestimenti automobilistici

Come vengono utilizzati i pigmenti perlati negli inchiostri da stampa?

Gli inchiostri e i pigmenti in polvere perlata per la stampa su carta possono generare effetti decorativi estremamente potenti. Possiamo usarli da soli oppure mescolarli con altri colori e poi aggiungerli a varie matrici di inchiostri. Quindi, possiamo produrre l'inchiostro perlescente tramite serigrafia, rotocalco o stampa flessografica. Tale inchiostro può aggiungere un'elegante lucentezza a lume di candela ed effetti metallici a carta, cartone, carta da parati, plastica e tessuti. I pigmenti perlati hanno particelle di varie dimensioni. Possiamo selezionare i pigmenti adeguati in base al metodo di stampa.

Come vengono utilizzati i pigmenti perlati negli inchiostri

Possiamo usare ragionevolmente la polvere di perla su carta composita

ad esempio stampa di inchiostro perlescente su carta composita PET. A causa della buona levigatezza della superficie della carta, la velocità di trasferimento dell'inchiostro perlescente diminuisce durante il processo di stampa. Nel frattempo, anche l'effetto coprente è scarso, quindi l'impronta potrebbe fluttuare e persino esporre il colore della carta. Quindi, in termini di impostazione del processo, è necessario considerare la possibilità di una sequenza di colori residua e stampare due mani di inchiostro perlescente o primer, in modo che l'effetto perlescente sia più distinto. In caso di assenza di sequenza cromatica residua, si consiglia di aggiungere all'inchiostro perlescente un'adeguata polvere di alluminio, inchiostro bianco o inchiostro trasparente. In questo modo si perde leggermente l'effetto perlescente, ma si migliora la coprenza.

Possiamo usare ragionevolmente la polvere di perla su carta composita

La dimensione delle particelle dei pigmenti perlescenti è relativamente grande. La stampa serigrafica ha un'ampia gamma di adattabilità alle dimensioni delle particelle di inchiostro. Quindi la serigrafia è molto adatta per riprodurre l'effetto perlescente. Nel frattempo, la serigrafia può produrre anche molti altri effetti speciali ed è molto apprezzata dagli utilizzatori di imballaggi. Tuttavia, in termini di velocità di asciugatura dell'inchiostro, la serigrafia perlescente ha un'efficienza relativamente bassa e non è adatta alla stampa su larga scala. Possiamo migliorare la velocità di essiccazione utilizzando l'inchiostro UV per sostituire l'inchiostro normale. Tuttavia, un'elevata riflettività sulla superficie di stampa produrrà un impatto negativo significativo sull'espressione della texture di alcuni pigmenti perlescenti. Pertanto è necessario prestare una certa attenzione nella scelta dei pigmenti perlati.

Il piatto da stampa utilizzato nella stampa flessografica è in gomma o resina fotosensibile e l'inchiostro viene trasmesso attraverso i caratteri in rilievo del piatto da stampa. Gli inchiostri per stampa flessografica hanno una bassa viscosità e possono essere suddivisi in due tipi: a base solvente e a base acqua. Può essere asciugato rapidamente, soprattutto durante la polimerizzazione con radiazioni.

Inchiostro pigmentato perlescente

A causa delle sue proprietà fisiche e chimiche, possiamo utilizzare i pigmenti perlati Kingchroma nella maggior parte degli inchiostri della stampa flessografica. I pigmenti tradizionali hanno la caratteristica dell'astigmatismo. Quindi, se miscelati con pigmenti perlescenti, devono essere altamente dispersi e non possono essere più pesanti del 3% rispetto all'inchiostro. Nell'inchiostro alcalino a base acquosa, dovremmo utilizzare additivi alcalini per regolare le prestazioni superficiali dei pigmenti perlati.

Quando si utilizza un agente tissotropico alcalino per regolare la viscosità, dovremmo regolare i pigmenti con superfici acide per evitare la flocculazione del pigmento e un cambiamento anomalo della viscosità. Se è necessario migliorare la dispersione dei pigmenti perlescenti nell'inchiostro, i pigmenti possono essere inumiditi e dispersi preventivamente prima di essere aggiunti all'inchiostro. Per ottenere l'effetto migliore è possibile selezionare un substrato con una superficie liscia e piana.

Come vengono utilizzati i pigmenti perlescenti nella stampa offset?

Se utilizzati per la stampa offset, la polvere di pigmento perlato e il pigmento perlato presentano i vantaggi di una comoda produzione di lastre e di un basso costo. Molte fabbriche di imballaggi e tipografie preferiscono utilizzare la stampa offset per le prove colore quando provano nuovi prodotti di imballaggio, in particolare prodotti perlescenti. Tuttavia, solo pochi utenti utilizzano veramente la stampa offset per la stampa perlescente. Il motivo è che la stampa offset genera uno strato sottile di inchiostro e un lungo percorso dell'inchiostro. Pertanto non è adatto per il trasferimento di pigmenti perlati relativamente grandi e fragili. Inoltre, ci sono alcune difficoltà nella dispersione dei pigmenti. Questi problemi spesso confondono i produttori di imballaggi e di stampa, tanto che la stampa offset perlescente non può raggiungere la produzione di massa. Pertanto, le indicazioni dei fornitori per lo sviluppo dei prodotti sono di ridurre ulteriormente la dimensione delle particelle dei pigmenti perlescenti e di migliorarne la resistenza all'usura. Nella stampa offset l'inchiostro viene trasferito attraverso una lastra piana.

Come vengono utilizzati i pigmenti perlescenti nella stampa offset?

La lastra di stampa è costituita da un'area di stampa piana e da un'area non di stampa. L'incompatibilità tra inchiostro e acqua viene adottata per colorare l'area di stampa della lastra di stampa. Attualmente utilizziamo lastre sottili di alluminio sottoposte a trattamento di esposizione ai raggi UV nella stampa offset. Nella maggior parte dei casi, viene ancora utilizzata una soluzione di bagnatura per separare le aree di stampa da quelle non di stampa. Il normale inchiostro da stampa offset ha un'elevata viscosità e non è adatto ai pigmenti perlati. Pertanto si consiglia l'uso di inchiostri da stampa speciali. Inoltre, il produttore dell'inchiostro dovrebbe adattare la composizione dell'inchiostro in base alla procedura di stampa. I comuni materiali di imballaggio e le etichette vengono stampati con inchiostro da stampa offset pigmentato perlescente. La superficie del substrato deve essere quanto più liscia e piatta possibile per realizzare la migliore disposizione dei pigmenti e ottenere l'effetto lucido desiderato, poiché lo strato di inchiostro è molto sottile nella stampa offset.

Pigmento perlescente per serigrafia

La polvere perlescente e il pigmento perlato vengono utilizzati per la stampa serigrafica. Nella serigrafia, l'inchiostro da stampa in polvere di pigmento perlato viene trasferito dalla lastra dello schermo al substrato. La serigrafia è tesa sul telaio delle lastre serigrafiche della piattaforma e viene utilizzata per trasmettere informazioni sull'immagine. L'inchiostro viene spremuto attraverso un rullo di gomma o un raschietto e stampato sul supporto attraverso la serigrafia. Il materiale e la tecnologia di produzione della serigrafia hanno un impatto significativo sull'effetto di stampa e lo spessore della fibra della serigrafia determina lo spessore dello strato di trasferimento dell'inchiostro. Quando si utilizza il pigmento perlescente, si consiglia di utilizzare uno schermo a filamento singolo per evitare che il pigmento blocchi la serigrafia. L'inchiostro per serigrafia deve avere buone prestazioni applicative (adattabilità, fluidità e durata). L'inchiostro non deve bloccare le maglie della serigrafia. Dopo la stampa, l'inchiostro deve asciugarsi rapidamente. I pigmenti perlescenti possono essere utilizzati in vari sistemi di inchiostri della serigrafia, ma sono più adatti per sistemi di inchiostri trasparenti.

Pigmento perlescente per serigrafia

Se preventivamente inumiditi e dispersi, i pigmenti perlati si mescolano meglio con l'inchiostro.

Scritto da --
Jeff.chen
Jeff.chen

Jeff si è laureato presso l'Università di Tecnologia di Hubei con una specializzazione in scienza e ingegneria dei materiali. Ha una ricca conoscenza dei materiali. Dopo la laurea, ha lavorato sui pigmenti in polvere che cambiano colore. Ha una vasta esperienza nella ricerca, nello sviluppo e nella produzione di toner ed è uno scrittore eccellente.

Condividi questo post

Scorrere fino a Top